lunedì 16 marzo 2009

La nostra narrazione "digitale"

Il nostro orto ed il nostro "lavoro" narrato in un piccolo video
Rivedere il nostro agire ci fa riflettere e ...ci connettiamo sempre più con ciò che sapevamo , ciò che abbiamo appreso ...e ipotizziamo!

video

giovedì 12 marzo 2009

Il nostro orto










Il nostro orto










Quest'anno abbiamo chiesto aiuto ai nostri nonni perchè volevamo realizzare un orto nel giardino della nostra scuola . Abbiamo trovato la disponibilità di due nonni e...quella del Prof. Frazzitta.



I nonni ci hanno fatto vedere come deve essere preparato il terreno prima di seminare oppure prima di piantare .



Il Prof. Frazzitta ci ha mostrato tutti gli arnesi del contadino e ci ha fatto recintare il terreno con un nastro di plastica a strisce rosse che ha attaccato a pali conficcati nel terreno.



I nonni ci hanno dimostrato come zappare il terreno , rimuovere i sassi e realizzare il solco per poter seminare i semi del fagiolo e dei piselli.














Il nonno con l'aiuto del Prof. Frazzitta ha preso dei grossi mattoni e li ha messi in fila in modo che noi possiamo camminare senza rovinare, poi, il seminato.

Dopo la dimostrazione del nonno...adesso tocca a noi! Armati di stivaletti, guanti e zappe iniziamo a zappare: com'è faticoso il lavoro del contadino!

Abbiamo zappato bene il terreno e poi abbiamo seminato da un lato i fagioli e dall'altro lato i piselli.
video
continua dopo.....





Ritornare indietro nel tempo




Noi "sbirulini" alunni della classe 3^ E dell'I.C. Boccadifalco Tomasi di Lampedusa, studiando la storia....siamo ritornati indietro nel tempo e ci siamo messi nei panni degli uomini del "Paleolitico": cosa mangiavano? Cosa trovavano già in natura? ...Quali ricette si possono inventare con gli ingredienti di allora?

Ecco le nostre ricette:

"Testa di cinghiale e mirtilli"

Ingredienti:
  1. testa di cinghiale
  2. guscio di tartaruga

  3. mirtilli

Prendere una testa di cinghiale, pulirla con il raschiatoio e togliere gli organi interni. Poi prendere un guscio di tartaruga e pulirlo sia di dentro che di fuori. Raccogliere un po' di mirtilli, schiacciarli ed ottenere un succo. Cuocere sul fuoco la testa di cinghiale , prendere alcuni pezzetti, metterli nel guscio di tartaruga e versare sopra il succo di mirtilli.

Buon appetito!

Russo Giorgio


Cosciotto di cervo con contorno di verdure selvatiche


Ingredienti:

  • Un cosciotto di cervo

  • Verdure selvatiche raccolte nel campo

Preparazione:


Prendere uno spiedo di legno e infilare il cosciotto, dopo averlo spellato; sistemarlo sul fuoco appoggiando lo spiedo su due assi di legno. Prendere una foglia larga e spessa, appoggiarvi le verdure, già pulite e un po' umide, richiudere la foglia ripiegandola su se stessa e avvolgerla con rafia o altra erba filamentosa; mettere questo involto sulla cenere ardente e ricoprirlo; farlo cuocere .


Quando la carne è cotta, metterla insieme alla verdura su una base di legno o di pietra e mangiare direttamente con le mani.





Maria Chiara Granà